Questo sito usa cookies tecnici e di terze parti per le statistiche di visita al sito. Il sito non usa cookies di profilazione per invio di forme pubblicitarie.

SENZA IDENTITA' NON V'E' APPARTENENZA

La nostra programmazione per l'anno 2022

 

La forzata inattività sul territorio per la pandemia non ha fiaccato la voglia di essere attivi e di ideare iniziative per la promozione dello stesso, per la ricerca e la diffusione della verità storica e per la riappropriazione della nostra identità di popolo, nella consapevolezza che 160 anni fa si è interrotto un cammino che dobbiamo riprendere. A tal fine sono in itinere le seguenti attività:

Collaborazione con l’Associazione “Murat” Onlus, gruppo storico Murattiano di Pizzo Calabro del quale il Signor Giuseppe Pagnotta è Presidente, per promuovere una iniziativa di forte valenza storico-culturale, riguardante la rappresentazione storica dello sbarco e dell’accampamento dell’esercito inglese che prese parte alla battaglia di Maida, o come la chiamarono i francesi Battaglia di Sant’Eufemia, che si svolse il 4 luglio 1806 nella piana lametina, nel territorio di Maida, e che viene considerata una pietra miliare nella guerra tra Francia e resto d’Europa, rappresentando essa la prima vittoria dell’esercito Inglese contro quello Francese e l’inizio della disfatta di Napoleone. Tale evento dovrebbe svolgersi in un luogo storico calabrese che è anche simbolo della nostra città (presente anche sul logo del comune) e del circondario: l’area del Bastione di Malta. Infatti, secondo le più accreditate fonti storiche, le truppe inglesi sbarcarono sulla spiaggia posta in corrispondenza degli odierni confini tra Lamezia Terme e Gizzeria, utilizzando come campo base il Bastione dei Cavalieri di Malta, appunto. Successivamente si diressero verso il luogo della battaglia nei pressi del fiume Amato.

L’iniziativa, consistente nella riproposizione, presso l’area antistante lo stesso Bastione di Malta, pari a circa 35.000 mq, di un accampamento di inizi ‘800, con figuranti di vari gruppi storici esistenti e partecipanti, aperto alle visite in sicurezza. Tale rievocazione storica verrà realizzata di concerto con altre associazioni culturali della zona e speriamo si riesca a finanziarla un progetto nel quale verrebbero coinvolti i comuni territorialmente interessati ai fatti storici.

Percorso, da intraprendere in comune con l’Amministrazione di Lamezia Terme, da portare avanti con Procida, sfruttando l’opportunità della nomina dell’isola a Capitale della Cultura 2022, finalizzato ad un gemellaggio tra la nostra città e l’isola.

Come Associazione si ritiene sia arrivato il momento di mettere al centro dell'agenda politico-sociale l'uomo e non l'economia, riprendendo il pensiero di Filangieri sulla centralità della persona che tra l'altro ha influito sulla redazione della Costituzione degli Stati Uniti. Nell'occasione della nomina di Procida a capitale della cultura, nel 2022 la nostra Associazione potrebbe organizzarvi un convegno su questo argomento e ciò costituirebbe il “primo passo” di una iniziativa a portare avanti con l’Associazione di Donato Crescenzo “Progetto SUD”, a Bagnoli (Na), finalizzata a realizzare un percorso per trasformare l’ex area Italsider di Bagnoli in un polo di pace del Mediterraneo in cui si incontrino popoli e religioni, un luogo di incontro dove si possa dare un impulso alla pace e alla fratellanza tra i popoli che hanno influenzato fortemente la storia dell'uomo. Il progetto, nella sua ideazione, si pone lontano dalle logiche di saccheggio del territorio che generalmente contraddistinguono queste operazioni di notevole impatto economico e sociale, e sarà da realizzarsi concordando iniziative di coinvolgimento delle istituzioni politiche, sociali e religiose, nel tentativo di renderla presto attuabile.

Nuova pubblicazione dell'OSSERVATORIO.  Nel 2022 la nostra Associazione ha l'obbietivo di una nuova pubblicazione che si occuperà della storia recente della nostra terra e di come il nostro territoria sia stato truffato per decenni dallo stato centrale. L'argomento sarà "Agenda SUD 34" di cui troverete alcuni sputi sul nostro sito. Il libro ripercorrerà le tappe che hanno portato alla petizione, quindi all'imposizione da parte dell'europa di "normalizzare" i finanziamenti da cui il DL 18/2017.

La ripresa del nostro programma didattico identitario nelle scuole si concretizza con un primo appuntamento che avverrà presso il Liceo Campanella di Lamezia Terme con una lezione del Capitano Alessandro Romano. Tale appuntamento è solo l’ultimo di una serie di incontri che lo hanno visto protagonista presso tale scuola, nella quale ha già tenuto due lezioni nei giorni 2 dicembre 2016 e 26 Novembre 2017, alle quali sono seguite, nello stesso istituto, quelle del giornalista Lorenzo Del Boca, giorno 1 Aprile 2017, e del Professore associato in Storia dell’Università di Nottingham David Laven, dei giorni 27 Aprile 2018 e 8 Gennaio 2020.

Per la Rassegna Culturale dell’Osservatorio delle Due Sicilie “Onda Meridiana” è in itinere l’organizzazione di un convegno a Longobardi (Cs). Su questo ci si raccorderà con la Professoressa Olinda Suriano, organizzatrice della serata, per la logistica dell’evento.

Please publish modules in offcanvas position.

Free Joomla! template by L.THEME